cose da libri

dove si esplorano parole e si va a caccia di idee

ah, renato

1 Commento



 Il pittore Renato Birolli all’amico Giuseppe Marchiori dopo aver letto sul “Tevere” che il suo dipinto Il caos veniva definito un esempio di arte “straniera bolscevizzante e giudaica” (“Il Tevere”, Roma, 24-25 novembre 1938): “[…] tra le fotografie, oltre a Carrà, De Chirico, Cagli (poveretto), Cingeri, Terragni e qualche astrattista, ci sono anch’io (il ‘Caos’). Devi procurarti il giornale per leggere lo schifo di questi delatori marci e cancerosi piglianculo”.

certo che a dar retta a renato e ai suoi omopregiudizi non avremmo potuto assistere alle nozze di sir elton john col suo diletto david furnish.

One thought on “ah, renato

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...