cose da libri

dove si esplorano parole e si va a caccia di idee

Che fai, offendi? La nuova sede della Libreria del Mondo Offeso a Milano

2 commenti

libreria-del-mondo-offeso-milanoSono molto contenta che la Libreria del Mondo Offeso abbia riaperto nella nuova sede. Sono un po’ perplessa sulla dichiarazione della libraia Ligresti in merito al nuovo quartiere, che nelle sue parole (almeno così riporta Carlo Zanda) sarebbe “abitato da persone vere”, e commento così:

“‘Questo è un quartiere vero abitato da persone vere'”: questa affermazione mi pare un po’ una sciocchezza. Tutto sommato la libreria non si sarebbe spostata, che mi consti, se non ci fossero state questioni relative all’affitto. Cosa significano allora queste parole: che la libreria è stata finora in un quartiere di persone finte? E che avrebbe continuato a stare là, in mezzo alle persone finte, se l’affitto non fosse aumentato? E che la libreria Utopia è stata trent’anni in un posto finto?”

2 thoughts on “Che fai, offendi? La nuova sede della Libreria del Mondo Offeso a Milano

  1. Sarebbe più “elegante” che lei fosse più costruttiva che distruttiva. Laura ha semplicemente espresso un parere positivo rispetto alla nuova realtà in cui si è trasferita che vuole dire più o meno “sono contenta di essere in un posto vivo dove potrò lavorare, invece di finire, per ragioni economiche, in un posto senza vita intorno”. Non ha detto “in un posto vero con gente vera, non come era dove mi trovavo prima”. Se si vuole spacciare per colei che vuole supportare l’attività dei librai milanesi, lo faccia davvero e non solo con le chiacchere.
    Grazie

    • caro frascolla,

      grazie per il suo intervento. è già qualcosa. fatalmente, tuttavia, lei parla esclusivamente 1. in difesa della corporazione (vedi questo intervento); 2. in contrapposizione al nemico (vedi il suo – unico – intervento in relazione ad amazon, della quale avevo avuto il toro di parlare bene, sulla pagina “milano città di libri”).

      credo di avere interpretato correttamente l’intendimento e il senso della frase di laura, che non ha mai nascosto, del resto, di sentirsi piuttosto a disagio in ambienti, mi passi il termine, “fighetti”. non è un mistero che la sua libreria è improntata a una precisa direzione ideologica, che peraltro nessuno contesta. semplicemente la sua frase mi è parsa bizzarra in relazione al contesto e alla situazione e ho espresso la mia opinione.

      non so chi lei pensa io sia, ma desidero chiarire che non sono la vestale dei librai milanesi; mi riservo però il piacere di osservare le cose ben fatte e di criticare quelle che a mio parere non lo sono. non ho mai nascosto, ad esempio, di trovare stucchevole l’immenso ritardo con cui avete costituito (l’avete costituita?) l’associazione dei librai, e mi sono sempre sorpresa della vostra difficltà a mettervi in relazione su iniziative congiunte. ho scritto, ad esempio, molto positivamente di lucio morawetz della libreria utopia, il quale ha saputo rinnovare e ampliare con intelligenza la sua offerta, aprendo uno spazio di pensiero e di pratica per i bambini, e fa molto per fidelizzare i clienti. mentre difficilmente vedo comunicazioni in giro a firma di paolo frascolla.

      comunque, è chiaro che non si può stare simpatici a tutti e non mi aspetto che lei mi trovi irresistibile: posso solo augurarle buon lavoro.

      colgo l’occasione della sua presenza per chiederle se può fornirmi una piccola bibliografia per me che sono appassionata di rugby: pensi che avevo in animo di venire a trovarla per chiedergliela di persona, ma lei mi ha preceduta.

      invio copia di questa risposta anche alla sua mail.

      a presto,

      aa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...