cose da libri

dove si esplorano parole e si va a caccia di idee

La biblioteca di Emma e l’inizio della fine

Lascia un commento

library429-correction

“[…] Che c’è di meglio, infatti, dello starsene la sera accanto al fuoco con un libro, mentre il vento batte ai vetri della finestra e la lampada arde?” [Parla Leone]

“Non è vero?”, disse Emma fissandolo coi suoi grandi occhi neri spalancati.

“Non si pensa più a nulla”, egli continuò, “le ore passano. Pur rimanendo immobili, si gira in paesi che par proprio di vedere, e il pensiero, avvinghiandosi alla finzione, si diletta nei particolari o segue il filo delle avventure. Si mescola ai personaggi; ci pare che noi stessi palpitiamo sotto i loro abiti.”

“È vero! È vero!”, diceva lei.

“Le è capitato mai”, riprese Leone, “di ritrovare in un libro un’idea che abbiamo già avuto vagamente, un’immagine incerta che torna da lontano, come l’esposizione completa del nostro sentimento più sottile?”

“Sì, l’ho provato”, rispose lei.

“Ecco perché amo soprattutto i poeti. Trovo che i versi sono più dolci della prosa e riescono meglio a far piangere.”

“Alla lunga, però, stancano”, riprese Emma. “Adesso, invece, mi appassiono ai racconti che si leggono tutti d’un fiato, che fanno paura. Detesto i personaggi comuni e i sentimenti moderati che si incontrano nella vita.”

“Infatti”, osservò il sostituto, “quei lavori non toccano il cuore, si allontanano, mi sembra, dal vero fine dell’Arte. È così dolce, in mezzo alle disillusioni della vita, poter fermare il pensiero su caratteri mobili, affezioni pure, visioni di felicità. Quanto a me che sono qui, lontano dal mondo, questa è la mia sola distrazione. Yonville offre così poche risorse!”

“Come Tostes, certo”, riprese Emma. “E perciò ero sempre abbonata a una biblioteca circolante.”

Gustave Flaubert, La signora Bovary, traduzione di Giuseppe Achilli, Rizzoli, Milano 1976

plan16

Mappa di Yonville, dove Emma conosce Leone, disegnata da Flaubert

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...