cose da libri

dove si esplorano parole e si va a caccia di idee

Pittura inglese del Settecento in mostra a Roma

2 commenti

faccio testo_pubblicitàIl 15 aprile prossimo inaugurerà a Roma la mostra “Hogarth, Reynolds, Turner. Pittura inglese verso la modernità”.

Immagine 1

Dall’introduzione al catalogo:

“[…] una riflessione che ha voluto gettare lo sguardo sul contesto inglese [nel quale si vede] l’affermarsi di un ceto urbano borghese, sempre più interessato a una forma artistica autoctona, nella quale riflettere la propria ascesa economica e sociale. Un paese in cui le élite continuavano a individuare nell’eredità dell’antico i contenuti e il linguaggio con cui legittimare il proprio potere, mentre un mondo nuovo emergente, professionisti e imprenditori, appariva maggiormente incline alla consacrazione di un’etica del lavoro individuale e di una società dallo spirito mercantile, inesorabilmente distante dall’assolutismo delle monarchie europee. [Nella nuova metropoli] si concentrano sempre di più le trasformazioni di una società che ormai si apre a prospettive globali e che nell’Ottocento verrà universalmente riconosciuta simbolo della modernità. […] Infine sarà intorno al nome di Shakespeare, padre riconosciuto dell’identità britannica, che si coaguleranno gli artisti, una schiera di Shakespeare’s Painters, sui quali domina la figura dello svizzero Füssli che, ormai lontano dalla registrazione degli adattamenti teatrali, ritorna alla profondità del testo, alle pieghe di mondi interiori e sotterranei, sui quali innesta la propria formazione sull’antico e sui maestri italiani del Rinascimento, rappresentando in fondo quel perfetto equilibrio fra tradizione classicista e immaginario nordico che alla fine trionferà anche alla Royal Academy.”

william hogarth  marriage a-la mode- 6. the lady's death

WIlliam Hogarth, Mariage à la mode: The Lady’s Death, 1745

In mostra ci sono i paesaggi di Constable, i crudeli conversation pieces di Hogarth, i ritratti del sommo attore shakespeariano David Garrick e quello di Jack Broughton, pugile che per primo stabilì le regole della sua disciplina sportiva.

663px-John_Hamilton_Mortimer_-_Jack_Broughton,_the_Boxer_-_Google_Art_Project

John Hamilton Mortimer, Jack Broughton, the Boxer, circa 1767

Qui e qui trovate informazioni dettagliate sulla mostra.

L’editing del catalogo, ottocento cartelle tra italiano e inglese, è stato curato dalla vostra Anna Albano/faccio testo, che ne va molto fiera.

Carolina Brook, Valter Curzi (a cura di), Hogarth, Reynolds, Turner. Pittura inglese verso la modernità, Skira editore, Milano 2014, 304 pagine, 111 illustrazioni a colori, edizione italiana e inglese, 40 euro

2 thoughts on “Pittura inglese del Settecento in mostra a Roma

  1. Congratulazioni!
    Adoro questi pittori (soprattutto Turner, quando entro alla Tate mi devono sbattere fuori…)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...