cose da libri

dove si esplorano parole e si va a caccia di idee

SANGUINOSO MARI

Lascia un commento

“Racconto allo stato puro”: così Tommaso PIncio definisce il libro di Michele Mari. Aggiunge “cose da libri”: finalmente una recensione allo stato puro, che dice le cose del libro e dell’autore senza intorcinarsi nel fumo di una prosa oscura poiché malferma negli obiettivi (mi spiego: l’obiettivo di una recensione è la recensione). Plauso forte a Pincio.

Tommaso Pincio Post

Chiunque nutra passione per lo splendore della lingua italiana non può che avere cara l’esistenza di Michele Mari. Tra gli scrittori viventi, nessuno è al pari di lui. Nessuno eguaglia la vastità del suo lessico, i suoi volteggi sintattici. Milanese per nascita e quasi romano d’adozione, filologo di variegata erudizione, figlio di un noto designer, Mari è uomo scuro, irsuto e nervoso, ostinatamente crucciato, probabilmente affetto da una smania selvatica e incurabile, a stento mitigata dalla civiltà dei suoi modi. Come ogni grande scrittore, ha vissuto un’infanzia sanguinosa, l’infanzia del divoratore morboso di libri infestati da pirati e manigoldi, da mostri e creature notturne. E come ogni grande scrittore, divorava per essere divorato. Le creature non lo lasciavano mai, riaffioravano in nuove storie, non più intessute nei libri ma nella sua fantasia. Non lo lasciarono neppure in seguito, da adulto. Il che è come dire che Mari, scrivendo, non fa…

View original post 422 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...