cose da libri

dove si esplorano parole e si va a caccia di idee

Motivi per i quali bisogna acquistare un taccuino Clairefontaine e non un taccuino Legami o Write It

8 commenti

IMG_4240

Uno dei modelli Clairefontaine

1. Il Clairefontaine è il taccuino del commissario Dupin di Jean-Luc Bannalec.

2. Il Clairefontaine è prodotto in diverse versioni, compresa quella rilegata a spirale, con copertina poco sporchevole.

I Legami sono opachi, hanno copertine cheap, sono fatti perlopiù di orrendi materiali riciclati.

I Write It sono opachi, in carta uso mano di qualità superiore, ottenuta da pura cellulosa a fibre lunghe, con dorso in tela e legatura bodoniana, sono gli araldi dell’artigianato italiano eccetera, in una parola pretenziosi e sporchevoli pure loro, oltre a essere assai cari. Dopo due ore di sosta nell’espositore in libreria e qualche manipolazione da parte degli aspiranti clienti perdono immediatamente di freschezza: non passano dallo stato di nuovo a quello di usato con dolce transizione, ma da quello di nuovo a quello di invecchiato male.

3. I Clairefontaine hanno un prezzo ragionevolissimo e invecchiano con soddisfazione dell’utente: danno la sensazione, con il loro papier velouté da 90 grammi, di poter essere riempiti sino all’ultima riga, di poter accompagnare la tua espressione creativa, fedeli amici di tasca o di borsa, fino all’ultima pagina senza deteriorarsi.

IMG_4241

Taccuini Rhodia, cugini dei Clairefontaine, in esposizione da Feltrinelli

IMG_4244

Rhodia Exabook Personal Organiser, sempre alla Feltrinelli: una favola

I Legami, dicevamo, sono cheap; i Write It sono affettati, hanno quell’aura da stoviglia buona, delicata, da usare solo nelle grandi occasioni. Invece di invitare all’uso, essi lo respingono, candidandosi così a un’esistenza un po’ sterile, un po’ statica. Di certo non comunicano l’amore per la mobilità e la scoperta proprio del Clairefontaine (e naturalmente del Moleskine).

E a proposito di amore, il Clairefontaine conquista la vittoria definitiva nel momento in cui l’acquirente, posando distrattamente l’occhio sul bollino del codice a barre in quarta di copertina, si accorge del motto in corpo piccolo accortamente mescolato alle cifre: “Douceur de l’écriture”.IMG_4469

 

8 thoughts on “Motivi per i quali bisogna acquistare un taccuino Clairefontaine e non un taccuino Legami o Write It

  1. Il problema è trovare in vendita in Italia la gamma di taccuini, quaderni ecc. di Clairefontaine.

  2. per pierfranco: in questo momento ce n’è un discreto assortimento alla feltrinellli.

  3. Pane per i miei denti di feticista di ogni tipo di articoli di cancelleria, strumenti di scrittura, ecc. 🙂

  4. corri alla feltrinelli, presto!

  5. Di qualunque marca e qualsiasi qualità, fatico a scriverci la prima riga e anche quando ci riesco non arrivo mai a completarli fino in fondo. Sono destinato a essere circondato da decine e decine di taccuini nuovi, blocchi scribacchiati e fogli volanti…

  6. ok, però poi diventiamo amici.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...