cose da libri

dove si esplorano parole e si va a caccia di idee

Michelangelo e il dente dei cattivi: uno studio di Marco Bussagli

2 commenti

9788876983122“La presenza del mesiodens nell’affresco del Giudizio Universale di Michelangelo non è stata notata da nessuno e il grande artista si è ben guardato dal divulgarla. […] a farmi notare la strana presenza di questo dente al centro della bocca di demoni e dannati fu Maurizio Rossi […]. Fu quella una mattinata, per me, di certo memorabile, quando uno dei primi giorni di dicembre del 1986 salii, con il maestro Rossi, sui ponteggi montati davanti alla parete del Giudizio Universale. Si andava su una specie di ascensore infilato fra i tubi Innocenti, comandato da una scatola blu piena di bottoni. Faceva freddo e io avevo il cappotto. Il maestro aveva il suo solito grembiule. Iniziammo dalle lunette che erano tutte restaurate e poi, con calma, prendemmo a scendere soffermandoci sui punti salienti del capolavoro come il Cristo e la Vergine, san Lorenzo, san Bartolomeo e san Sebastiano. Poi fu la volta degli angeli tubicini. Quando arrivammo all’altezza di Caronte e degli altri diavolacci che concludono l’affresco, fermandoci dinanzi alla figura del demonio che sbuca dalla grotta, Rossi mi spiegò che quello che eravamo abituati a vedere come un satanasso dagli occhi di bragia e sul quale la critica aveva versato i proverbiali fiumi di inchiostro, esaltando la capacità del Buonarroti di anticipare addirittura gli impressionisti inaugurando una pittura compendiaria, fatta di grandi contrasti, in realtà era un falso. […] mi spiegò che siccome le candele sistemate sull’altare inondavano di fumo la parete annerendo le figure, il mundator incaricato di mantenere integro l’affresco e di spolverarlo, quando il demonio iniziava a scomparire sotto la fuliggine, raschiava il nero per far vedere almeno gli occhi e i denti. […] Così […] mi fece notare quel dente centrale che compariva nei diavoli e, per deduzione, nei dannati. Rossi non scrisse mai nulla sull’argomento, e nulla si trova neppure nei libri che furono dedicati agli interventi sull’affresco […]”.

Marco Bussagli, I denti di Michelangelo. Un caso iconografico, Medusa, Milano 2014, 176 pagine, 19 euro molto ben spesi

cappella-sistina-giudizio-universale-dettaglio-minosse

Cappella Sistina, Giudizio Universale, dettaglio con Minosse

A scrivere sull’argomento, in un libro che rivela misteri e non ci risparmia colpi di scena, ha pensato Marco Bussagli, di cui “cose da libri” si è già occupato qui e qui. Come ci dice l’autore stesso nell’introduzione al volume, l’assunto da cui prende le mosse lo studio non ha bisogno di essere dimostrato: a guardare con attenzione, alcuni dei personaggi di Michelangelo “si caratterizzano per un’anomalia anatomica di cui non si può dubitare: la presenza di un quinto incisivo che spicca al centro della bocca.” A questo punto, continua Bussagli, “[…] si dovrà cercare di comprendere in virtù di quale percorso mentale e sulla base di quali suggestioni culturali, scientifiche (per l’epoca) e, si conceda, specificamente odontologiche, Michelangelo abbia potuto concepire un’iconografia che – senza tema di smentite – va considerata decisamente rara nel panorama artistico mondiale e, di certo, personalissima. Così intima da non essere volutamente divulgata dal grande artista e anzi tanto accuratamente occultata da essere rimasta ignota fino ai giorni nostri.”

Allora seguiamo il pensiero di Michelangelo e le scoperte di Bussagli, accompagnati dai disegni puntuali del professore stesso, in questo libro concepito dall’autore con la consueta puntualità e con un apparato di note eccellente.

Qui trovate un video in cui Bussagli introduce la sua scoperta; qui una bella recensione di Alberto Mattioli sulla “Stampa” (ma in rete ce ne sono molte altre: digitate “I denti di Michelangelo”).

Questi i contenuti del volume:

– Denti e chiostra dentaria. Un po’ di anatomia

– I denti di Michelangelo

– Il quinto incisivo e la volta della Cappella Sistina

– Il quinto incisivo e il Giudizio Universale

– La Pietà Vaticana e il peccato originale

– La religiosità di Michelangelo da Firenze a Roma

2 thoughts on “Michelangelo e il dente dei cattivi: uno studio di Marco Bussagli

  1. Ma che bella trouvaille!
    Da regalare a Natale a tutti i dentisti.

    P.S.: Ma i fiocchi di neve sono proprio necessari? 😉

  2. sì, sì, è una delle cose più romantiche di wordpress, non vi rinunzierei mai 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...