cose da libri

dove si esplorano parole e si va a caccia di idee

I sottili rimpianti del dottor Johnson, colui che ci ha dato il Dizionario

6 commenti

Capita, di avere dei rimpianti. Di accorgersi, a un certo punto, when all is said and done, che le cose sarebbero potute andare diversamente.

“[…] Edwards m’aveva detto, a parte, che il dottor Johnson avrebbe dovuto aver una professione. Riferii l’osservazione a Johnson per conoscer la sua opinione sull’argomento. Johnson: ‘È vero, amico mio, sarebbe stato meglio se avessi avuto una professione. Avrei dovuto far l’avvocato.’ Boswell: ‘Non credo che sarebbe stato meglio, signore, perché allora non avremmo avuto il Dizionario inglese.’ Johnson: ‘Ma avreste avuto delle arringhe.’ Boswell: ‘Sì, certo; ma nessun altro sarebbe stato in grado di scrivere il Dizionario. Ci son stati molti ottimi giudici. Supponiamo che lei fosse diventato Lord Cancelliere: avrebbe certo dato le sue sentenze con spirito più largo e in forma più elegante di quel che abbia mai fatto, o forse farà mai, nessun altro Cancelliere. Ma credo che, in complesso, le cause non sian state decise peggio di come avrebbe potuto deciderle lei.’ Johnson: ‘Sì, mio caro. La proprietà è stata ottimamente difesa.’

Regnava tuttavia nello spirito di Johnson una nobile ambizione; ed egli aveva indubbiamente pensato spesso alla possibilità che le sue qualità straordinarie fossero compensate in questo nostro grande e generoso paese coi più alti onori dello Stato. Sir William Scott m’informa che, alla morte del fu Lord Lichfield, Cancelliere dell’Università di Oxford, egli disse a Johnson: ‘Che peccato, signore, che lei non abbia seguito la professione legale. Avrebbe potuto diventare Lord Cancelliere di Gran Bretagna e giungere alla dignità di Pari; e ora che s’è estinto, con la famiglia, il titolo di Lichfield, sua città nativa, avrebbe potuto ereditarlo.’ Al che Johnson parve molto agitato, ed esclamò in tono iroso: ‘Perché viene a irritarmi dicendomi queste cose, ora ch’è troppo tardi?’”

James Boswell, Vita di Samuel Johnson, traduzione di Ada Prospero, vol. II, Garzanti, Milano 1982, pp. 1026-1027vita

Samuel Johnson è il padre dell’Oxford Dictionary. James Boswell è il suo biografo: senza di lui, fedele fino al calco, non sapremmo ciò che sappiamo di Sammy. Alla vita del dottor Johnson Giorgio Manganelli ha dedicato uno smilzo libretto pieno di pathos, Vita di Samuel Johnson. thumbsQui si trova un interessante confronto tra i criteri che informano il dizionario di Johnson (in pillole: recupero delle parole della tradizione, esempi tratti da testi “alti”, stop ai francesismi) e quelli che spinsero un altro lessicografo, Francis Grose, a compilare un dizionario dello slang ante litteram, il Classical Dictionary of the Vulgar Tongue.

Grose si aggirava in piena notte con il suo assistente nei luoghi malfamati di Londra, alla ricerca di materiale vivo per la sua opera. Traduciamo qui la sua breve biografia riportata sul sito della British Library: “Nato nel 1730, Grose amava i cibi robusti e il Porto. Gli piaceva narrare storie. Uomo assai grasso, si divertiva con giochi di parole che ne richiamavano la stazza attraverso il cognome. Ricevette un’educazione classica e proseguì la sua formazione studiando disegno. Membro della Society of Antiquaries, nel 1778 fu nominato capitano delle milizie del Surrey, ma deve la sua fama al suo lavoro di lessicografo.”

John Kay, Francis Grose, 1789, acquaforte, 122 x 80 mm Francis Grose, by John Kay, 1789 - NPG D16502 - © National Portrait Gallery, London © National Portrait Gallery, London

John Kay, Francis Grose, 1789, acquaforte, 122 x 80 mm
© National Portrait Gallery, London Courtesy

 

 

 

6 thoughts on “I sottili rimpianti del dottor Johnson, colui che ci ha dato il Dizionario

  1. “Johnson parve molto agitato, ed esclamò in tono iroso: Perché viene a irritarmi dicendomi queste cose, ora ch’è troppo tardi?’” – diventano tutti dei fastidiosissimi saggi, a giochi fatti.

  2. con questo vuoi dire che la risposta irata di sammy lo riporta nell’ambito del convenzionale?

  3. ah, ok, avevo equivocato. quindi vedi anche willy come un petulante rompiscatole e sammy circonfuso di tragica grandezza?

  4. …Vorrei anche io poter avere rimpianti di pari livello…
    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...