cose da libri

dove si esplorano parole e si va a caccia di idee

milano città di libri, anche alla asl

4 commenti

giovedì scorso ho accompagnato l’adolescentina al poliambulatorio di via rugabella. l’accettazione è al quarto piano. siamo state accolte in ascensore da un degno gentiluomo che andava dove andavamo anche noi. e questo gentiluomo aveva in mano un libro. capita che quando si incontra qualcuno con un libro in mano subito se ne pensi bene, che lo si collochi in una categoria separata e che questo atto aumenti la simpatia, la sensazione di appartenere alla stessa parrocchia.

il dispettoso, però, non toglieva la mano dal titolo. il caso ha voluto che venisse a sedersi accanto a chi scrive, che ha dovuto usare tutta la perizia accumulata in anni di bibliospionaggio per fotografare un frammento di copertina, e il libro era pigmalione di george bernard shaw. IMG_6025

IMG_6023

IMG_6024

eccolo qua, finalmente, il titolo del libro

che il degno gentiluomo avesse in animo di istruire una eliza doolittle?

Hepburn

audrey hepburn in my fair lady, 1964. courtesy

mrs. cosedalibri non ha avuto tempo di indagare, ché poi la macchina delle prenotazioni si è messa in moto e siamo dovute andare. e nella sala d’attesa, al posto dei consueti bisunti numero di “oggi” e di “chi”, ci aspettava una piccola cesta con robert sheckley (“Si diplomò nel 1946 e se ne andò in California con l’autostop lo stesso anno. Lì intraprese diversi mestieri: giardiniere, venditore ambulante di pretzel, barman, lattaio, magazziniere, e operaio in un laboratorio di cravatte dipinte a mano”), robert ludlum (“a quarant’anni Robert Ludlum decise di cimentarsi, con notevole successo, con la narrativa”), edgar wallace (“Edgar Wallace non fu allevato dai genitori, ma dalla moglie di uno scaricatore di pesce. Donna rozza, ma piena di cuore, che tenne Edgar come uno dei suoi numerosi figli”) e kate wilhelm (“vive a Eugene, nell’Oregon”).IMG_6026

4 thoughts on “milano città di libri, anche alla asl

  1. Mi piace . . . adesso provo anch’io a ravvivare la sala d’aspetto del mio medico con qualche libro tra quelli che ho d’avanzo . . . 😉
    Pensa che oltre gli “oggi” e i “chi” vecchi ha anche delle “famiglia cristiana” del 2013!!! :/

    Ciao, Fior

  2. allora si impone un’immediata ristrutturazione della sala d’attesa. vai e colpisci, giagia!

  3. Sono rimasto mesmerizzato da questa frase:
    “Edgar Wallace non fu allevato dai genitori, ma dalla moglie di uno scaricatore di pesce.”
    Mi chiedo che cosa abbia spinto l’estensore di questa nota biografica a riportare questa informazione essenziale…

  4. è essenziale, credo, per contrasto, in rapporto al fatto che i veri genitori di edgar appartenevano al mondo dello spettacolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...