cose da libri

dove si esplorano parole e si va a caccia di idee

una fonetica strana_antonietta raphaël

Lascia un commento

natura-m-con-chitarra-1928

Antonietta Raphaël, Natura morta con chitarra, 1928. Milano, collezione Iannaccone. Courtesy

L’amena avvertenza pubblicata a pagina 6 del volume I Mafai. Vite parallele, di Maurizio Fagiolo dell’Arco (Edizioni Netta Vespignani, Roma 1994) riguarda la pittrice di origine lituana Antonietta Raphaël (qui la sua biografia):

 

AVVERTENZA

Il lettore non inorridisca di fronte ai testi di Antonietta Raphaël che sembrano a colpo d’occhio pieni di refusi. In realtà si è fedelmente trascritta l’originaria grafia.

Dal testo di Giulia Mafai [la figlia di Antonietta, n.d.r.]:

“La grafia della Raphaël è strana com’era strana la sua fonetica; dopo quasi cinquant’anni vissuti in Italia la sua conoscenza dell’italiano, letterariamente ampia, portava ancora nella pronuncia le difficoltà di linguaggio tipiche delle persone straniere”.

veduta-dalla-terrazza-di-via-cavour-1929

Antonietta Raphaël, Veduta dalla terrazza di via Cavour, 1929. Milano, collezione Iannaccone. Courtesy

yom-kippur-in-the-sinagogue-1931

Antonietta Raphaël, Yom Kippur in the Sinagogue, 1931. Milano, collezione Iannaccone. Courtesy. La grafia “Sinagogue” in luogo del corretto “Synagogue” è riportata così come usata dall’artista sull’opera

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...