cose da libri

dove si esplorano parole e si va a caccia di idee

la cultura fa sempre fico_15

3 commenti

tutta la città è ricoperta di parole, e gli esercizi commerciali non fanno eccezione: come abbiamo detto più volte, la cultura fa sempre fico (si vedano i post precedenti della serie “la cultura fa sempre fico”, dall’uno al quattordici). e allora milano è ancora una volta un grande foglio cosparso di didascalie, e queste didascalie hanno sempre a che fare con i libri.

ottica milano spectacles, viale corsica

davsdrdavqui i viaggi di gulliver sostengono una bella montatura classica e sono sostenuti a loro volta da uno yankee alla corte di re artù di mark twain. d’altra parte gli occhiali sono un oggetto molto importante per gulliver, che di fronte alla curiosità dell’imperatore di lilliput pensa bene di salvagualdarli: “[…] Finalmente consegnai le mie monete d’argento e di bronzo e la mia borsa con nove monete grandi d’oro e qualcuna piccola, il mio pettine, la mia tabacchiera d’argento, il fazzoletto e il taccuino. La sciabola, le pistole e i sacchi della polvere e delle palle furono trasportate all’arsenale imperiale; tutto il resto mi fu restituito.

Avevo anche un taschino segreto che non fu perquisito, dove tenevo un paio di occhiali di cui talora mi servo per la debolezza della mia vista, un piccolo telescopio e qualche altra bazzecola che credetti poco interessante per l’imperatore e che perciò non mostrai ai commissari, temendo che mi fossero in qualche modo guastate o perdute”.

ottica bergomi, corso colombo

dav

davla montatura metallica poggia sulla biografia di nicola e alessandra di russia di robert k. massie che poggia a sua volta sul pruriginoso memoirs of a woman of pleasure di john cleland.

moroni gomma, via matteotti

dav

dav

davnella vetrina di moroni vediamo due diverse misure di lampade lumio, un paio di occhiali da sole poggiato su un manuale che tratta di cemento e una montatura da vista su un libro che ci dice tutto sulla plastica rinforzata con il fiberglass. su questi libri non ho nulla da dire; le lumio erano bellissime.

camargo domani, parrucchieri in via tiraboschi

davsdrsulla vetrina è impressa una vera e propria antologia: yusuf, federico garcía lorca, alda merini, paul gauguin, apuleio, pablo neruda.

le cose poggiano sempre sulle parole.

3 thoughts on “la cultura fa sempre fico_15

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...