cose da libri

dove si esplorano parole e si va a caccia di idee


2 commenti

Sottolineature criminali

Uno spassoso episodio raccontato da Guido Vitiello nel corso di una risposta a un lettore della sua rubrica sull’“Internazionale” Il bibliopatologo risponde:

citati

Pietro Citati. Courtesy

“Ecco come Pietro Citati rievocava una visita di Elémire Zolla nella sua casa di campagna: ‘Era giunto senza libri, con la sua bisaccia da vagabondo. Puntò sulla mia biblioteca come un cane da tartufi; prese negli scaffali Lucano, Macrobio, Mallarmé: in pochi giorni li lesse interamente, lasciandomi pieno di furore: i libri avevano perso la rilegatura, erano stazzonati, pieni di segni a penna, di numeri, di linguette.’”

zolla-poltrona

Elémire Zolla. Courtesy

Qui trovate il resto dell’articolo.

Io sottolineo con le mie amate Palomino Blackwing, e non posso leggere un libro senza farlo. Uso anche la funzione di sottolineatura del Kindle. Voi sottolineate?